Udinese-Bologna 1-0: una magia di Sanchez decide il match


Udinese-Bologna 1-0: El Nino, che Maravilla!

Una magia del “Nino” Sanchez decide, a tempo ormai scaduto, con un eurogoal, una partita tra Udinese e Bologna destinata a finire 0 a 0. Sette punti in tre partite per i friulani che, con la vittoria di oggi, arrivano a quota 30 staccandosi definitivamente dalla zona retrocessione. Giornata amara invece per il Bologna di Sinisa Mihajlovic, alla sua seconda sconfitta consecutiva: per i felsinei ora, oltre alla pericolante posizione in classifica, anche un giro terrificante di partite, a partire dalla prossima al San Paolo di Napoli

In campo -
Con Quagliarella out per infortunio, Marino opta per un 4-4-2 con Di Natale-Floro Flores come tandem d'attacco; innovativo 4-2-3-1 per Mihajlovic, con il trio Amoroso-Osvaldo-Valiani dietro all'unica punta Marco Di Vaio

Si gioca -
Inizio di match abbastanza blando, con nessuna delle due squadre capace di produrre occasioni degne di nota. Verso la fine del primo tempo esce Osvaldo per infortunio: al suo posto entra l'ex neroazzurro Aparecido Cesar. Nella ripresa è l'Udinese a prendere in mano il gioco, vogliosa di conquistare tre punti per dare una continuità agli ultimi buoni risultati: Pepe e Asamoha provano a perforare la difesa felsinea, ma invano. Al 21 del secondo tempo la mossa che sarà decisiva per il match: tra le file bianconere entra il cileno Sanchez, al posto di Floro Flores.

Al 35' ci prova Domizzi dalla distanza che lascia partire un gran bolide: Antonioli para in grande stile. Il Bologna resiste e ci prova in contropiede con Bernacci, ma l'attaccante romagnolo si fa ipnotizzare da Handanovic. Quando sembra ormai tutto deciso, a due minuti dal fischio finale, Sanchez prende palla dal limite e lascia partire un sinistro che non lascia scampo all'incolpevole Antonioli: 1-0 per l'Udinese. Il risultato non cambia e gli uomini di Marino portano a casa in extremis i tre punti.

La chiave -
I cambi di Marino, ovvero gli ingressi di Pepe e, soprattutto di Sanchez, hanno portato vivacità alla squadra di Marino, che è andata a vincere proprio grazie al gioiellino cileno. Altra chiave del match l'occasione sprecata da Bernacci da solo contro Handanovic; se avesse segnato, parleremmo di un altro finale di partita.

La chicca -
Signore e signori giù il cappello per il “Nino”: il cileno Sanchez entra nel secondo tempo e, a tempo ormai scaduto, prendendo palla sulla trequarti, salta un uomo e lascia partire un bolide di sinistro imparabile. I tre punti guadagnati oggi dai bianconeri portano la sua firma.

Top e flop -
Sugli scudi certamente Sanchez, ma anche Handanovic e Domizzi per i bianconeri; ok, nonostante la sconfitta, Mudingay e Valiani tra i rossoblù. Male Lanna e Bernacci, che ha sprecato davanti al portiere friulano la palla d'oro, in pieno recupero, per la vittoria dei suoi.

1 commento:

gigi ha detto...

non prendetevela con bernacci! prendetevela con chi l'ha voluto e l'ha comprato a quei prezzi folli